Roger Olmos

 

L’illustratore
Roger Olmos è nato a Barcellona il 23 dicembre 1975, e si è avvicinato al mondo dell’illustrazione fin da bambino. Al termine degli studi, dopo un apprendistato all’Institut Dexeus come illustratore scientifico, si iscrive alla scuola di arti e mestieri Llotja Avinyò, per poi dedicarsi all’illustrazione di libri per ragazzi. Nel 1999 viene selezionato alla  Bologna Children’s Book Fair, e lì conosce il suo primo editore. Da allora ha pubblicato oltre una cinquantina di titoli con una ventina di case editrici spagnole e internazionali.
Premi e riconoscimenti:

  • Negli anni 1999, 2002 e 2005 è stato selezionato per la Mostra degli Illustratori della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.
  • Selezione White Ravens 2002, con Tío Lobo; kalandraka
  • Selezione White Ravens 2004, con El Libro de las Fábulas, Ediciones B
  • Menzione speciale White Ravens 2006, per La cosa che fa più male al mondo, OQO/#logosedizioni
  • Premio Llibreter de Álbum Ilustrado 2006, per La cosa che fa più male al mondo, OQO/#logosedizioni
  • Premio Lazarillo de Álbum Ilustrado 2008, per El príncipe de los enredos, Edelvives
  • Premio 400Colpi, Torredilibri 2015, per Senzaparole, #logosedizioni
  • Premio del Ministerio de Cultura de España al mejor libro ilustrado categoría infantil y juvenil 2016, per La leggenda di Zum

Con #logosedizioni ha pubblicato: Amigos, Calando, La capra matta, La cosa che fa più male al mondo, Cosimo, La leggenda di Zum, Rompicapo, Seguimi! (una storia d’amore che non ha niente di strano), Senzaparole (libro e portfolio), Storia del bambino buono / Storia del bambino cattivo (disponibile anche in inglese e spagnolo), Una storia piena di lupi, Stop, La zanzara, Lucia e Lo struffallocero blu.

 

 

 

 

AMIGOS

 

 

 

 

SENZAPAROLE

 

 

 

 

 

 

LUCIA (collana CBM #logosedizioni)

 

 

 

 

 

LO STRUFFALLOCERO BLU di di Ursula Wölfel e Roger Olmos

  • “Orgoglioso e soddisfatto, il facocero blu corre a pavoneggiarsi in giro, ma incontra tanti altri animali che gli sembrano più belli, più eleganti e più maestosi di lui. ” […] leggi il focus