vento

UN AUGURIO PER IL 2021

Ho la casa piena di libri. Sono libri che ho comprato e che ho ereditato, che mi hanno regalato. Libri che ho letto e libri che non ho mai aperto. Sono una dispensa a cui attingere quando ho fame. Sono i miei tesori per quando vivrò isolata nell’altipiano, o per quando sarò troppo vecchia per andare in libreria.

Ma soprattutto i libri sono l’eredità che lascerò ai miei figli. Sono il tesoro di famiglia. Una biblioteca multilingua per i miei figli, i loro figli e i figli dei loro figli. Una montagna di carta che ogni anno diventa più grande, e più variopinta.

Che senso ha accumulare tanti libri? Mi è stato chiesto.

Come si può abitare in una casa che non ne ha abbastanza? Ho risposto.

E quanti sono abbastanza? Non sono mai abbastanza.

Per me i libri sono sorgente a cui attingere quando devo studiare, imparare, conoscere qualcosa che mi incuriosisce. Sono piacevole incontro inaspettato. Sono incontri con il futuro e con il passato. Sono rivelazioni attese e necessarie. Sono puro sollazzo mentale notturno e diurno. Pausa di riflessione importante. Portatori di grandi verità proprio nel momento in cui le sto cercando. Oggetti divinatori e profetici, realizzatori di sogni, scioglitori di dubbi. Hanno sempre la parola o la frase giusta nel momento giusto. Oracolo portentoso non mi hanno mai tradita, ma sempre aiutata e sostenuta.

Quando ebbi la mia prima figlia, mio zio mi disse quanto sia importante regalare a un bambino la vastità dell’orizzonte. Mi disse di portarla nel punto più alto possibile e farle guardare il mondo tutto intorno. Non importa se il terzo piano di una casa, una torre, una montagna o l’oblò di un aereo… ma darle la possibilità di guardare lontano. Ho portato tutti e tre i miei figli tanto in alto quanto ho potuto sin da piccoli.

Ed questo che voglio augurare ai bambini di tutti il mondo: un orizzonte infinito e tantissimi libri!

Vorrei che tutti i bambini del mondo imparassero a leggere, a leggere davvero,mnon solo per imparare, ma per ridere e per riflettere. Per capire chi sono e cosa vogliono fare da grandi. Per farli volare lontano e sognare, sognare quel mondo che un giorno abiteranno.

Auguro a tutti i bambini di non saltare nemmeno un giorno di scuola e imparare così a pensare con la propria testa per distinguere il bene dal male. Di avere sempre insegnanti ispirati e lettori che sapranno far loro amare la lettura e la cultura. Auguro loro di andare tutti all’Università, perché è una bellissima esperienza di vita.

Auguro a tutti i bambini del mondo di avere un governo che prima di tutto pensa al benessere dell’infanzia, privilegiando la natura, l’ecologia, la sana alimentazione, lo sport, il gioco. Un governo che investe negli insegnanti e nelle scuole; nelle biblioteche che dovrebbero essere in ogni classe, scuola, paese. Un governo che capisce l’importanza dei parchi. Un governo che sostiene cinema, musei e teatri. Un governo che concepisce la cultura come unica fonte di vero progresso nazionale e sociale.

Auguro a tutti i bambini del mondo di avere sempre accesso illimitato alla cultura e partire con questo nuovo anno verso un nuovo mondo!  

(Illustrazione di Anna Paolini tratta da Santa Caterina De’ Vigri #logosedizioni 2021)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.